Tan’Activ®

Gamma completa di tannini Silvateam per l’enologia

Da più di 50 anni è documentato l’uso dei tannini nel settore enologico. Silvateam si è inserita positivamente in questo business con la produzione di acido tannico, commercializzato con il marchio Tan’Activ®, impiegato per migliorare la stabilità dei vini e delle bevande alcoliche in generale. I tannini sono importanti agenti regolatori del potenziale redox, partecipano in maniera determinante nella stabilizzazione del colore e nei processi di affinamento del vino.

La gamma di prodotti Tan’Activ®, estratti da diverse fonti di origine vegetali, quali la tara (Caesalpinia spinosa), noci di galla di quercia (Quercus infectoria e Rhus semialata), legno di quercia (Quercus robur, Quercus petraea e Quercus alba), legno di castagno (Castanea sativa), legno di quebracho (Schinopsis lorentzii), uva (Vitis vinifera), mimosa (Acacia mollissima), gambier (Uncaria gambier) e tè (Camelia sinensis), risponde alle richieste del mercato nel pieno rispetto del sistema di autocontrollo (HACCP) e delle legislazioni vigenti a livello mondiale.

I tannini della linea Tan’Activ® sono suddivisi in due grandi famiglie, Tan’Activ® tradizionale e Tan’Activ® superiore, distinte tra loro in base ai processi produttivi utilizzati e alla qualità e alla tipologia della matrice impiegata.

Silvateam utilizza diverse tecniche estrattive che, di conseguenza, generano diversi estratti tannici ognuno dotato di propria struttura molecolare con qualità e profilo organolettico variabile e di conseguenza con specifiche attitudini applicative.

I nostri tecnici, con provata esperienza decennale, lavorano in stretta partnership con il Cliente per sviluppare prodotti innovativi “su misura” al fine di migliorare il processo di vinificazione.

I prodotti Tan’Activ® possono essere utilizzati tal quali ma è consigliabile impiegarli previa dissoluzione in acqua tiepida (40°C), a una concentrazione massima del 30%. Le soluzioni così preparate sono stabili almeno una settimana. Tutti i tannini reagiscono col ferro e altri metalli, per questo è opportuno evitare il contatto con materiali ossidati ed è consigliato utilizzare contenitori in acciaio inossidabile, plastica, legno, vetro e ceramica.